News Area

31/10/2017

Foundation

Turismo cinese in Italia e Ue, presentazione Mondo Cinese «Vacanze Italiane»

È stato presentato il 30 ottobre nell’Aula magna del Politecnico di Milano «Vacanze italiane», ultimo numero di Mondo Cinese, la rivista scientifica di studi sulla Cina contemporanea della Fondazione Italia Cina. La presentazione ha fornito l’occasione per una tavola rotonda dedicata al fenomeno del turismo cinese in Italia e in Europa, alla quale hanno partecipato rappresentanti istituzionali, aziendali, analisti ed esperti del settore.

La prossima presentazione è in programma a Roma il 10 novembre (seguite il sito della Fondazione per gli aggiornamenti sull'evento).
La scelta di dedicare interamente un numero di Mondo Cinese – il 160 – a questo argomento, conferma l’importanza che la Fondazione riconosce a un tema di grande attualità, come rivelato anche dai numeri: sono 3,79 milioni i visitatori arrivati in Italia da Oriente l’anno scorso (+12%), secondo dati Confturismo-Istat, e i prossimi anni si annunciano ancora più positivi, grazie alle prospettive di crescita della classe media cinese. Siamo il primo Paese fra le destinazioni europee quando si parla di shopping (+12% nel primo trimestre 2017), con Milano regina indiscussa.  
L’obiettivo della Fondazione Italia Cina è, sin dalla sua istituzione nel 2003, quello di incrementare gli scambi tra i due Paesi, sotto tutti i punti di vista: culturali, economici e commerciali, turistici. Un impegno che in questo campo, in particolare, si è rafforzato negli ultimi anni e che è confermato dalle numerose attività e dai progetti dedicati. 

A cominciare dalla firma dell’accordo – siglato nel maggio scorso – per la diffusione del programma QSC (Quality Service Certification), certificazione di qualità per l'accoglienza del turista cinese, implementata dall'ente governativo China National Tourism Administration (CNTA) e assegnata gratuitamente alle strutture che rispondono ai requisiti richiesti, per il quale la Fondazione offre una serie di programmi di formazione. Il riconoscimento è stato assegnato nei giorni scorsi all’aeroporto di Rimini mentre, a inizio anno, è stato conferito all’aeroporto di Milano Malpensa, per il progetto Chinese Friendly Airport (realizzato in collaborazione con la Fondazione). 

La Fondazione Italia Cina è inoltre attualmente impegnata su più fronti e più regioni: dalla formazione del personale e dei direttori degli alberghi romani organizzata in collaborazione con Roma Capitale, per la promozione di percorsi di accoglienza mirati e per un supporto alle competenze professionali degli operatori del settore, alla collaborazione con la Regione Puglia per un progetto di attrazione di turisti cinesi sul territorio, ai progetti di formazione a Livigno nel campo del turismo invernale – che vede un interesse crescente in vista dei Giochi Olimpici di Pechino 2022 – fino alla pluriennale collaborazione con la Regione Umbria, che prossimamente ospiterà il China Day, focalizzato proprio sul tema turismo. 

Tutto questo in attesa del 2018, anno del turismo Europa-Cina, che sarà aperto ufficialmente il prossimo 19 gennaio a Venezia, snodo fondamentale della nuova Via della Seta e città particolarmente amata dai viaggiatori cinesi. 

Sono intervenuti alla tavola rotonda al Politecnico: Cesare Romiti, presidente Fondazione Italia Cina; Guan Haibo, Console per gli Affari culturali del Consolato della Repubblica Popolare Cinese in Milano;Roberto Perocchio, Consigliere di Presidenza Federturismo Confindustria e Presidente Assomarinas; Giuliano Noci, Prorettore del Polo Territoriale Cinese del Politecnico di Milano; Filippo Fasulo, Coordinatore scientifico CeSIF, Centro Studi per l’Impresa della Fondazione Italia Cina; Simone Sturla, Vice-coordinatore ICTC (Italy China Travel Club); Andrea Ghizzoni, Director Europe, Tencent International Business Group (We Chat);  Francesco Pesenti Barili, Senior Market Representative – Italy Representative Office, UnionPay International. Ha moderato Renzo Cavalieri, Professore di Diritto Cinese Università Ca’Foscari e Coordinatore del Comitato Scientifico di Mondo Cinese. 

Hanno scritto sul numero 160 di Mondo Cinese: Ettore Francesco Sequi, Ambasciatore d’Italia nella Repubblica Popolare Cinese; Francesco Palumbo, Responsabile della Direzione Generale Turismo presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (Mibact); Vincenzo De Luca, Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese; Rita Fatiguso, Chief bureau della sede di Pechino del Sole 24 Ore; Filippo Fasulo, Coordinatore scientifico del Centro Studi per l’Impresa della Fondazione Italia Cina (CeSIF) e Research Fellow dell’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (Ispi); Dino Gavinelli, Professore ordinario di Geografia all’Università degli Studi di Milano; Patrizia Dioniso, Interprete di trattativa, sinologa e docente di cinese; Clara Bulfoni, professore associato di Lingue e Letterature della Cina e dell’Asia Sud-Orientale all’Università degli Studi di Milano; Simone Sturla, Vice-coordinatore del Gruppo di Lavoro sul Turismo della Camera di Commercio Italiana in Cina; Gian Paolo Tagliavia, Presidente e Amministratore Delegato di Rai Com; Maria Rosa Azzolina, Managing Director & Ceo di Private Incentive Milano; Erika Peng, Country Manager Italia di Cathay Pacific Airways.


Mondo Cinese è una pubblicazione nata nel 1973, due anni dopo l’apertura dell’Istituto di Cultura Italo Cinese, ed è stata acquisita dalla Fondazione Italia Cina nel 2009. Oggi, a 44 anni dal primo numero, è ancora l’unica rivista scientifica di studi sulla Cina contemporanea nel nostro Paese. I preziosi contributi di studiosi, analisti e comunicatori che negli anni ne hanno riempito le pagine, hanno fornito una chiave di lettura unica sul mondo cinese a professionisti, studenti e appassionati. 

The Foundation

Members

Subscribe to Newsletter of the
ITALY CHINA FOUNDATION

Italy China Foundation

Via Clerici, 5 - 20121 Milano - Italia
Phone +39 02 72000000
info@italychina.org

This website uses cookies, including third parties, to send you advertising and services in line with your preferences. By closing this banner, scrolling through this page or by clicking on any element of its you consent to the use of cookies.