Area News

23/09/2015

Fondazione

Forum PMI per gli Investimenti e il Commercio tra Italia e Cina

Il 23 settembre 2015 Bank of China Milan Branch e il Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con PwC e Fondazione Italia Cina, hanno tenuto a Milano il Forum PMI per gli Investimenti e il Commercio tra Italia e Cina nella sede del Sole 24 Ore.

A questa edizione hanno partecipato circa 140 PMI italiane e 80 PMI cinesi e ci sono stati più di 400 colloqui bilaterali B2B. In considerazione del tema dell'Expo Milano, ‘Nutrire la pianeta, energia per la vita', e dei settori italiani di maggiore sviluppo - oltre che dei bisogni della Cina che è in una fase di trasformazione industriale -, il forum ha riguardato principalmente il settore alimentare e delle bevande, il settore di abbigliamento e di alta moda, il settore di mobili, quello manifatturiero e altri settori più importanti.

Il CEO di Bank of China Chen Siqing, il Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, il Presidente dell'ICE -Agenzia per la Promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane Riccardo Monti, l'Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia Li Ruiyu e il vice sindaco di Milano, Francesca Balzani, hanno partecipato alla cerimonia d'apertura, ognuno con un discorso istituzionale.

Il CEO di Bank of China, Chen Siqing, ha evidenziato come la Cina e l'Italia abbiano un gran numero di piccole e medie imprese che costituiscono fonte importante ed indispensabile di sostegno per le rispettive realtà e sistemi economici. Le PMI in Italia e in Cina rappresentano più del 98% del numero totale di imprese attive nei due Paesi ed in entrambi i casi creano oltre il 60 per cento del GDP nazionale. La Cina ha un vasto mercato ed una enorme capacità di produzione, mentre l'Italia può contare su tecnologie avanzate ed una grande creatività. Per questo, le attività delle PMI dei due Paesi sono considerate complementari e, potendo anche contare su una collaborazione che tra i due Paesi è già consolidata, hanno enormi potenzialità di collaborazione futura.

Il CEO Chen Siqing ha inoltre ricordato nel suo discorso che la nuova strategia "One belt One Dream", portata avanti dal chairman of PRC, Mr. Xi Jinping, mira all'apertura e costruzione di un nuovo modello di cooperazione regionale. Bank of China sta costruendo dei servizi per creare il giusto supporto finanziario al programma "One Belt One Road " nel più ampio processo di innovazione globale lanciato per gli investimenti transfrontalieri dalle PMI in tutto il mondo. In questo senso, Bank of China si sta particolarmente concentrando sulla facilitazione di investimenti reciproci e sulla creazione di opportunità di business multilaterali tra PMI all'interno del programma "One Belt One Road". Bank of China ha per questo iniziato a costruire un generale quadro di cooperazione attraverso la rete di Bank of China, filiale nazionale ed estera, con le piccole e medie imprese in patria ed all'estero, con le relative Camere di Commercio ed i rispettivi intermediatori. E' stato così messo a punto un processo che mira all'entrata, all'uscita ed al regolamento dei relativi investimenti e business commerciali tramite il servizio di matchmaking per le imprese, con il quale Bank of China, potendo contare sul suo network globale, intende aiutare le PMI a trovare partner in tutto il mondo.

Il CEO Chen Siqing ha anche ribadito che, proprio per questa profonda convizione nell'enorme potenziale di cooperazione bilaterale delle PMI, Bank of China ha intenzione di diventare un ponte dedicato a favorire le relazioni tra i due sistemi industriali e vuole lanciare questa forma di forum PMI per gli investimenti ed il commercio tra Italia e Cina nel futuro, per promuovere la cooperazione bilaterale economica e commerciale tra i due Paesi.

Nel discorso del Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, si è più volte menzionato come lo scambio economico e commerciale tra Italia e Cina sia significativamente cresciuto con una collaborazione reciproca che mano a mano si è sempre più diversificata, e benché lo sviluppo dell'economia in Cina mostri segni di rallentamento, lei stessa ha ribadito la sua fiducia nella futura crescita della Cina. Nel frattempo il Ministro ha riconosciuto gli impegni ed il contributo apportato dal "Business Forum Italia Cina" nel facilitare lo scambio economico e commerciale tra Italia e Cina, e nel promuovere la collaborazione reciproca tra le aziende dei due Paesi fin dalla sua costituzione.

Infine, il Ministro Guidi ha voluto esprimere particolare apprezzamento per il servizio offerto ed il ruolo modello di organizzatore assunto da Bank of China di questo grande evento a Milano,  grande piattaforma di comunicazione e di occasione di collaborazione per le PMI dei due paesi.

Li Ruiyu, l'Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia, ha detto alla cerimonia d'apertura che Bank of China è la banca cinese più internazionale e più diversificata. Sin dalla sua costituzione 17 anni fa, Bank of China Milan Branch si è dedicata a promuovere la collaborazione e gli scambi commerciali tra Italia e Cina, ponendosi come punto di connessione tra i due Paesi. In questi ultimi anni, entrambi i Paesi sono entrati nel periodo più importante dello sviluppo economico. I sistemi industriali delle due Nazioni possono collaborare insieme per realizzare un successo che possa portare a benefici reciproci. Inoltre le PMI italiane e cinesi potranno contare sui propri rispettivi vantaggi e caratteristiche per innovare sempre più le relazioni economiche dei due Paesi e puntare ad una collaborazione sempre più vivace, durevole e diversificata in cui la presenza di investimenti reciproci potrà facilitare la dinamica di sviluppo delle PMI. L'Ambasciatore ha infine invitato le controparti di tutti i settori dei due Paesi ad utilizzare al massimo questa piattaforma di matching che permetterà l'esplorazione di nuovi mercati e di una nuova strada verso benifici reciproci, intenzionata a promuovere lo sviluppo e il rafforzamento della collaborazione delle PMI dei due Stati.

Nella cerimonia di apertura, Bank of China ha stipulato un accordo di MOU (Memorandum of Understanding) con l'ICE-Agenzia per la Promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, stabilendo un solido fondamento per gli investimenti e le collaborazioni tra i PMI dei due paesi. Inoltre, è stato anche firmato un MOU di M&A internazionale tra Bank of China e due aziende cinesi che hanno precedentemente finalizzato operazioni di M&A in Italia con l'aiuto di Bank of China.

Galleria Immagini:

In Fondazione

I Soci

Iscriviti alla Newsletter della
FONDAZIONE ITALIA CINA

Fondazione Italia Cina

Via Clerici, 5 - 20121 Milano - Italia
Tel +39 02 72000000
info@italychina.org

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.