Eventi

23/05/2016

Eventi fondazione

Presentazione Rapporto annuale 2016 a Bari


ari, 23 maggio 2016 – La Regione Puglia ospita la Fondazione Italia Cina per la presentazione a Bari del Rapporto Annuale “La Cina nel 2016. Scenari e prospettive per le imprese”, il più importante rapporto previsionale, attualmente presente in Italia, che raccoglie ricerche, analisi di rischio e previsioni nel breve-medio periodo sulla Cina. La Fondazione Italia Cina ha scelto Bari e la Puglia per la presentazione del suo rapporto come unica tappa prevista nel Mezzogiorno d'Italia per l'interesse specifico delle opportunità nei confronti della Regione Puglia potenzialmente interessata allo sviluppo delle relazioni con la Cina.
Il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, con gli Assessori Istruzione, Diritto allo Studio, Formazione Professionale e Lavoro Sebastiano Leo e allo Sviluppo economico Loredana Capone e il Presidente della Camera di Commercio Italo Orientale Antonio Barile, da il benvenuto al Presidente della Fondazione Italia Cina Cesare Romiti e al Ministro Consigliere Economico Xiaofeng Xu dell'Ambasciata Cinese in Italia. Il rapporto è illustrato da Alberto Rossi, Responsabile Marketing e Analista CeSIF – Centro Studi per l’Impresa che anticipa gli interventi tecnici del capo Italia di DHL, Mario Zini, e del Partner - Mediterranean Leader | Advisory Services – EY, Andrea Paliani. La testimonianza aziendale di una best practice pugliese in Cina da parte di Mario Ferrario, responsabile International Operations di Exprivia S.p.A, rappresenta l’esempio di un caso di successo italiano e pugliese di sviluppo nel variegato mercato cinese.
"Connettere formazione e sistema economico, allargare gli orizzonti dei pugliesi alle opportunità nazionali ed internazionali, sono gli obiettivi che la Regione Puglia ed ARTI si propongono di conseguire mediante il progetto Osservatorio dei sistemi d’istruzione e formazione regionali” - dichiara l'Assessore Sebastiano Leo - così come integrare sempre più le politiche dell'Istruzione con quelle della Formazione consente una definizione costante della capacità del sistema pugliese dell'Istruzione e della Formazione ai fini del raggiungimento di una piena occupazione”.

 Il Rapporto, elaborato dal CeSIF, il Centro Studi per l’Impresa della Fondazione Italia Cina, prevede nove sezioni, ognuna appartenente a un settore diverso: alimentare, sanitario, retail, lusso, energia, ambiente, chimica, macchinari e automotive, con esempi di riferimento di società italiane in Cina. 
“Dobbiamo cominciare a guardare alla Cina in modo differente: non più come un blocco monolitico ma come un ‘Sistema Cina’, composto da tante Province che offrono peculiarità ed opportunità di collaborazione diverse all’Italia e alle sue meravigliose Regioni, con quelle eccellenze territoriali che – come la Puglia – hanno fatto la fortuna del Made in Italy nel mondo – sostiene Cesare Romiti, Presidente della Fondazione Italia Cina–. Le possibilità per le nostre imprese, con i loro prodotti di qualità e le loro esperienze, sono enormi in questo mercato e dobbiamo impegnarci al meglio per favorire gli scambi in entrambe le direzioni. In questo percorso la Puglia può spiccare, grazie alle sue grandi potenzialità in settori come quelli del turismo, dell’agroalimentare, della sanità e dell’ambiente – tanto per citarne alcuni – che possono costituire un’ottima base su cui intessere durature e proficue relazioni con la Cina”. Non manca, infatti, nel rapporto l'approfondimento ai temi legati a regolamentazioni e fiscalità, così come le opportunità in Italia provenienti dalla Cina: turismo cinese e shopping; investimenti e incoming di studenti. Nell’ultima sezione vengono infine riportati i dati provinciali, con le previsioni per il prossimo quinquennio 2016-2021. 

Allegato 1: CS_Presentaz_Rapporto_Bari.pdf

In Fondazione

I Soci

Iscriviti alla Newsletter della
FONDAZIONE ITALIA CINA

Fondazione Italia Cina

Via Clerici, 5 - 20121 Milano - Italia
Tel +39 02 72000000
info@italychina.org

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.